Carrello vuoto
  
Spedizione SEMPRE gratis oltre i 50€ Siamo SEMPRE a tua disposizione, contattaci! Prezzi SEMPRE scontati
Argomenti
Il Ciclo Mestruale
Un fenomeno naturale, ma faticoso da gestire
Purtroppo, pur essendo naturale, nella donna porta molteplici disturbi, spesso invalidanti

Quasi il 40% delle donne in età fertile (e già prima dei trent’anni) lamenta con l'arrivo del ciclo un insieme di disturbi diversificati e difficili da definire.

La condizione patologica di questo periodo, e la sintomatologia che lo caratterizza, sono indicate in medicina come sindrome premestruale (PreMestrual Syndrome – PMS): non è altro che la degenerazione dei fastidi a tal punto da condizionare la vita quotidiana, sia lavorativa sia domestica.

La sindrome premestruale ha caratteristiche molto diverse da soggetto a soggetto, ci sono donne che non hanno nessun fastidio e donne che non riescono nemmeno ad alzarsi dal letto per il dolore.
I disturbi associati al ciclo sono numerosi, si possono però, in maniera molto riassuntiva, dividere in due tipologie:

  • natura psicologica come cambiamenti di umore, irritabilità, insicurezza, aggressività, stanchezza, etc.
  • natura fisica come gonfiori (addominali, alle caviglie), dolore al seno, emicrania, aumento di peso, etc.

Nella sindrome premestruale i sintomi si manifestano circa dai 4 ai 7 giorni prima del ciclo e possono protrarsi anche durante il ciclo.



Una responsabilità importante è da attribuire al cambiamento dell’equilibrio ormonale, in particolare alla carenza di serotonina, mentre un eccesso dell’ormone prolattina determina ritenzione idrica, aumento di peso e seno dolente.

Per quanto riguarda l’aumento di peso in fase premestruale, è uno dei disturbi lamentati più di sovente e dipende da due fattori:
Prima del ciclo si riducono i livelli di serotonina perciò l’organismo potenzia le capacità di elaborazione degli zuccheri, determinando un maggior consumo, da parte del soggetto, di cibi dolci, particolarmente calorici, che fanno aumentare i livelli di serotonina.

Un altro fastidio è il gonfiore, addome, seno, caviglie, che accompagna un aumento di peso dovuto alla ritenzione di liquidi; questo fenomeno però scompare in un paio di giorni dall'inizio del ciclo.
E' una temporanea forma di ritenzione idrica che altera i tessuti sottocutanei e ne aumenta il volume, all’arrivo del ciclo si perdono tutti i liquidi e si riacquista la forma.

Esistono integratori, a base di magnesio, che aiutano a gestire meglio il problema, ma per la donna sarà sempre un'alterazione che accompagna una certa sofferenza, fisica o psicologica.